Informati liberamente sul web!

Approfondimenti a tema "Tecnologia"

Guida definitiva all’hosting perfetto per il tuo sito

 

Il web è basato su una varietà di siti, che vediamo funzionare il più delle volte senza renderci conto di quello che c’è dietro; ed è opportuno e corretto che sia così, alla fine, perché si tratta di servizi a cui deve poter accedere chiunque, anche senza particolari conoscenza tecniche. Alla base del funzionamento dei siti, ad ogni modo, è opportuno sapere che c’è sempre un’azienda che fornisce il web hosting, cioè l’insieme di hardware e software necessari a fare funzionare quei servizi, e a fornire loro l’adeguato supporto in caso di eventuali problemi. Per chi decidere di mettere in piedi un sito, la scelta del servizio di hosting è quindi molto importante, ed in questo articolo cercheremo di capirne il come ed il perché.

In questo articolo cercheremo di capire quali sono le informazioni importanti da conoscere per ospitare in modo corretto il nostro sito sull’hosting; in genere sarà necessario scegliere un hosting con rispettive caratteristiche, scegliere il CMS da usare ed un nome di dominio da associare al servizio al fine di poter procedere.

A cosa serve l’hosting?

L’hosting serve ad ospitare, così come dice la parola stessa, i servizi ed i dati del tuo sito web nello specifico; in pratica è come trovare un alloggio, cioè una sistemazione dotata di tutti i comfort necessari, per il sito stesso. Scegliere l’hosting in modo corretto, pertanto, significa affidarsi ad un servizio di qualità, che possa essere in grado di fornire il massimo delle prestazioni al prezzo più basso possibile; compromesso, quest’ultimo, non sempre banale da realizzare ma possibile solo dopo un’attenta consultazione delle offerte disponibili sul web. L’hosting ha il compito di mettere a disposizione lo spazio web in cui caricare i file del sito, il database per consentire allo stesso di funzionare, la banda per fornire ai visitatori le pagine che richiederanno, ma anche disporre di controllo del nome di dominio associato all’hosting, tool di creazione facilitata di pagine web e di installazione rapida di CMS, assistenza tecnica per il nostro sito e protezione da malware in caso di difficoltà e/o cattive configurazioni.

Quali sono i requisiti che non possono mancare?

Qualsiasi offerta commerciale tu stia per scegliere, assicurati che disponga di un supporto a PHP almeno versione 7, e che sia disponibile anche un database MySQL abbastanza capiente (500 MB per iniziare vanno benissimo, 1 GB per stare ancora più tranquilli e non avere praticamente mai problemi di spazio). In genere è preferibile avere un hosting con sistema operativo Linux a supporto del tutto, che è preferibile e più facile da configurare dell’hosting con Windows. Ovviamente questo vale per le soluzioni che si basano su PHP + MySQL, che sono anche le più diffuse (Joomla!, Drupal, WordPress e via dicendo), ma potresti in casi particolari avere bisogno di requisiti più specifici (ad esempio Python oppure ASP.NET). Considera, inoltre, che è decisamente preferibile che il tuo hosting web supporti almeno Let’s Encrypt, visto che ormai SSL / HTTPS è richiesto e praticamente obbligatorio per qualsiasi sito professionale degno di questo nome.

Quale hosting scegliere?

Tra le numerose offerte commerciali potrai trovare un po’ di tutto: hosting condivisi, server dedicati, cloud, Virtual Private Server, ibridi, bare-metal, housing ed altri ancora. Sono tutti nomi che servono a sintetizzare, ognuno, una precisa realtà tecnologica: nella maggioranza dei casi, comunque, non devi preoccuparti troppo, perché a te basterà un hosting condiviso (che il più delle volte ti venderanno come pre-configurato, quasi pronto all’uso) oppure un server dedicato (solo se prevedi di fare moltissime visite, o hai necessità di avere un supporto tecnologico veloce ed efficiente). Se si vuole andare sul sicuro, e garantire la massima potenza al proprio sito in termini di spazio web e di banda, un hosting dedicato o semidedicato può fare al caso vostro, e risultare un giusto compromesso tra utilizzabilità e garanzia di affidabilità per il vostro sito.

Per cui dovrai scegliere un hosting che possa andare bene per te sulla base di criteri diversi, in base a quali sono le tue criticità più importanti, fissandone una o due in particolare: se hai bisogno di molto spazio su disco, ad esempio, devi trovare hosting con almeno (ad esempio) 3 GB di spazio web. Se invece prevedi di avere molte visite perché hai avuto un’idea molto virale e prevedi visitatori in gran numero, un semi-dedicato oppure un dedicato potrebbero essere la scelta migliore per te. Considera che comunque moltissime soluzioni che sembrano diverse sono in realtà equivalenti, e ricordati soprattutto che l’unico modo per essere sicuri che un server faccia al caso nostro è quello di testarlo sul campo. Stai anche abbastanza tranquillo perché, almeno per le aziende di hosting più importanti, c’è sempre la possibilità di disdire il servizio che non soddisfa, provarlo anche gratuitamente per un periodo di tempo limitato e farsi eventualmente rimborsare la quota di servizio non utilizzata.

Conclusioni

Nei casi di richieste di soluzioni web più avanzate, è possibile sfruttare soluzioni come hosting cloud oppure, ancora, server bare-metal, che sono più costosi ma offrono il vantaggio di evitare la virtualizzazione vista in precedenza: si tratta infatti di server con hardware fisicamente dedicato solo all’utente finale.